Norme di convivenza in ambito scolastico - Documento tecnico

Il Protocollo per la Prevenzione e il contrasto della devianza giovanile in ambito scolastico è stato sottoscritto nel 2008 da: Prefettura di Treviso, Procura della Repubblica, Questura, Comando Prov.le Carabinieri e della Guardia di Finanza; USRV - Uff di Treviso; Aziende ULSS 7, 8 e 9; Provincia di Treviso e Comuni della Provincia; II.SS. della provincia di Treviso.

Il documento condiviso si occupa di sicurezza, in senso lato, e considera quale passaggio fondamentale la diffusione della cultura della legalità e dei principi della “Carta dei valori della Cittadinanza e dell’Integrazione” adottata dal Ministero dell’Interno.

Dall'introduzione al documento della dr.ssa M.G. Bigardi:

Il tema dell’educazione alla convivenza e della legalità sempre più spesso anima i dibattiti e le cronache e purtroppo sovente gli episodi di condotte contrarie al vivere comune vedono protagonisti i giovani e gli ambienti in cui essi si ritrovano, primo fra tutti la scuola.

La scuola, peraltro, ha tra i suoi compiti principali quello di educare alla cittadinanza attiva e responsabile e di far sì che i saperi appresi siano utilizzati per lo sviluppo della persona e della comunità e non contro di esse.

Questo strumento vuole essere un ausilio e un’occasione di dibattito per operatori, famiglie, studenti, perché la corretta convivenza diventi abitudine quotidiana, costruzione personale; una occasione di realizzazione di percorsi educativi e non solo di repressione e di imposizione della norma, pure necessarie, in presenza di fatti che violino il rispetto, la sicurezza, la libertà delle persone e il bene pubblico.

Il documento è reperbile nel sito dell'USR per il Veneto - Ufficio VI di Treviso.

Ultima modifica il 27-01-2021 da LIVIANA DA RE